Download Free Templates http://bigtheme.net/ Websites Templates

Salve!

Vieni alla scoperta delle terre che amiamo

Nel blog

luoghi

I Luoghi Raccontano

Storie, immagini e leggende dei luoghi scopriamo e viviamo.

enogastronomia

Cultura Enogastronomica

Ricette, appuntamenti e curiosità sul bere e mangiare bene.

tradizioni

Le Tradizioni

Le tradizioni: le nostre radici da non dimenticare.

ambiente

Conoscere L'Ambiente

Ambiente, fauna e flora: le meraviglie da difendere e da ammirare.

libri

Libri Consigliati

I libri da leggere, letti da noi.

ospitalit

Ospitalità

I luoghi dove mangiare o dormire provati dai noi blogger.

english

English Content

I nostri articoli in inglese.

nico

Pensieri In Libertà

Poesie, citazioni e pensieri: tutto quello che fa sussultare il nostro cuore.

eventi

Eventi Da Non Perdere

Scopri gli eventi da non perdere nelle Marche.

Guida insolita ai misteri, ai segreti, alle leggende e alle curiosita' delle Marche | 2002

guidainsolita

Guida insolita ai misteri, ai segreti, alle leggende e alle curiosità delle Marche
Fabio Filippetti, Elsa Ravaglia
Newton & Compton editori s.r.l. (Roma)
2002

 

Fabio Filippetti e Elsa Ravaglia hanno raccolto le più importanti storie e leggende delle Marche: dalla Traslazione della Santa Casa di Loreto alla scoperta delle Grotte di Frasassi; dalle origini greche di Ancona (Ankon) a quelle romane di Urbisaglia (Urbs Salvia). Ma non solo, ci sono anche le maggiori leggende dei Monti Sibillini e altre storie locali che non conoscevo come Napoleone e il volto della Madonna al Duomo di Ancona o la leggenda del Ponte del Diavolo a Tolentino. Per ogni provincia è dedicata una sezione del libro e all'interno della stessa i racconti sono riportati in ordine alfabetico del paese di cui si parla. Un libro che ogni marchigiano DOC dovrebbe avere nella sua libreria.

 

Stampa Email

Rugni, speragne e crispigne | 2005

rugni

Rugni, speragne e crispigne
Fabio Taffetani
Fondazione Carima
2005

Le piante spontanee e i loro usi alimentari, officinali, tintori, ecc.., stanno vivendo un periodo di rinnovato e crescente interesse, complice una maggiore sensibilità verso le problematiche ambientali. Molte sono le pubblicazioni in materia. Fra queste si colloca il lavoro di Fabio Taffetani dal titolo fortemente esplicativo: "Rugni, speragne e crispigne". Il libro raccoglie 74 schede informative delle specie spontanee di maggior interesse alimentare. Ogni scheda è accompagnata anche da informazioni sulle modalità di utilizzo in cucina, sugli impieghi come rimedi naturali, sui rituali, spesso curiosi, ripresi dalla tradizione popolare marchigiana. Completano il lavoro delle utili chiavi dicotomiche di riconoscimento per facilitare l'identificazione delle erbe selvatiche raccolte per la loro rosetta basale di foglie.

Muscosa

Stampa Email

Gola del Furlo/3: Mussolini e il suo profilo

Questa che vi scrivo qui sotto sarà l’ultima parte dedicata alla Gola del Furlo. Dopo aver letto tutti e tre i post non vi resta che andarla a visitare e vederne le sue meraviglie direttamente con i vostri occhi!

Se vi siete persi gli altri post, posso dirvi che, nella prima parte (Gola del Furlo/1: Evoluzione di un paesaggio) ho parlato della storia naturale della Gola e di come si è trasformata dopo la costruzione della Diga omonima; nella seconda parte (Gola del Furlo/2: Qui, dove è passata la storia), invece, ho fatto un salto indietro nel tempo e ho cercato di farvi rivivere in un solo colpo 2000 anni di storia, dai Romani allo Stato della Chiesa.

Gola del Furlo. Ne ho parlato per molto tempo, ma finora non ho ancora detto da dove provenga questo toponimo. Il nome della Gola sembra derivi da “forulus” o “foro”, denominazione che intorno al XIV secolo indicava il Traforo di Vespasiano. Nel tempo, poi, questo termine si trasformò nell’attuale “Furlo”.

1 2

La Gola del Furlo vista da ovest | © Nicola Pezzotta 2011. All rights reserved.

Stampa Email

La Cucina Picena | 1991

cucinapicena

La cucina picena

Beatrice Muzi, Allan Evans
Franco Muzzio Editore
1991

Metti insieme due newyorkesi, un amore profondo per il Piceno ed alcuni incontri determinanti. Il risultato? Un piacevole e colorito ritratto del Piceno, fatto di aneddoti, di storie di vita in campagna e di vecchie ricette di cucina, perchè l'identità culturale di una comunità passa anche attraverso lo stomaco ... ed il palato.

Il lavoro di B. Muzi e A. Evans è attualmente curato dalla casa editrice Orme Editori.

Muscosa 

Stampa Email

Gola del Furlo/2: Qui, dove e' passata la storia

Nel post precedente (clicca qui) vi ho parlato principalmente della Diga del Furlo, all’ingresso della Gola. Proseguendo, ora, la strada incontriamo la parte più stretta e suggestiva. Per farvi comprendere a pieno dove vi trovate dovete fare un salto indietro nel tempo di 2500 anni.

1

La Gola del Furlo, oggi, nei pressi dei trafori romani | © Nicola Pezzotta 2011. All rights reserved.

Siamo nel 220 a.C.. I romani, guidati dal console Gaio Flaminio, stanno cercando di realizzare una strada di collegamento tra Roma e Rimini, con una duplice funzione: incrementare il commercio e rifornire rapidamente le truppe che si trovano lontano dalla capitale, al di là degli Appennini. Il console si trova di fronte un ostacolo duro da superare: la Gola del Furlo. Lo scopo è quello di far passare la strada dove è presente un sentiero a circa 80 metri dal fondo della gola.

Stampa Email

La Gola del Furlo | 2003

Furlo

La Gola del Furlo
Andrea Pellegrini; Elena Ferretti; Roberto Fiorani
Arti Grafiche Stibu, Urbania (PU)
2003.

Un testo davvero completo per conoscere a pieno questo angolo delle Marche. Molto bella la parte centrale intitolata 'Cenni di storia antica e moderna'; partendo da poco dopo Fermignano, la guida ti accompagna passo passo lungo tutta la Gola spiegandoti in modo semplice e divertente quello che stai guardando. E poi, nozioni di Flora, Fauna, Geologia, come riconoscere le tracce degli animali e alcuni itinerari naturalistici consigliati all'interno della Riserva Naturale Statale della Gola del Furlo.

 

Stampa Email

London calling

Dic11 2

Londra. Ph: Nicola Pezzotta

Stavolta vi porto addirittura a Londra! Ammiratela nella sua tipica giornata, cioè grigia e piovosa. ;) A quanto pare i luoghi comuni, a volte, sono veri! La fredda, grigia e piovosa Londra si accinge a festeggiare il Natale e in giro lo si capisce subito, soprattutto nei quartieri più "commerciali".

Stampa Email

Iscriviti alla Newsletter

Conosci il Team

Chi c'è dietro al Blog? Un team composto da diverse professionalità complementari tra loro. Conoscici meglio!

Natura

Contattaci se ti interessa immergerti nella natura, conoscendola

  • Percorsi naturalistici ed escursionistici di diverse difficoltà, con guida
  • Giornate a tema
  • Trekking di più giorni
  • Escursioni fotografico/naturalistiche
  • Ciaspolate invernali

Cultura

Percorsi ed itinerari turistici per conoscere la nostra terra con occhi nuovi.

  • Visite guidate nei borghi
  • Percorsi ed itinerari d'arte e nelle mostre del territorio
  • Percorsi alla scoperta degli antichi mestieri ed antichi saperi

Enogastronomia

La Regione Marche è interessata da numerose produzioni di qualità, da eccellenze agroalimentari, ittiche e vitivinicole, e noi vorremmo farvele conoscere.

  • Laboratori del gusto
  • Percorsi enogastronomici a scoperta delle tipicità regionali
  • Giornate esperienziali

... e anche

Ma possiamo offrire molto altro.. 

  • Realizzazione di siti web
  • Content Writer e Social Media Specialist a vostra disposizione
  • Servizi fotografici e giornalistici delle vostre strutture
  • Traduzioni e ripetizioni (inglese)

Entra in contatto

Contattaci

info@coninfacciaunpodisole.it
Contatto Skype (Nico): nico_pezzotta
Nico: +39 333 36 26 495

Vieni a trovarci

Strada Faleriense, 4265
63811 Sant'Elpidio a Mare (FM)

Quando puoi trovarci

Lun - Dom
24 ore su 24