Download Free Templates http://bigtheme.net/ Websites Templates

Progetto Alta Via delle Marche, racconti dall'Appennino

Alta via Marche

Il Monte Sibilla in programma nella 21° tappa dell'Alta Via delle Marche. Ph: Nicola Pezzotta 

L'entroterra marchigiano ha una grande ricchezza sia ambientale che culturale. Una ricchezza che sembra dimenticata, nascosta, perché in quelle zone difficilmente ci si capita. Spesso le strade a scorrimento veloce hanno tagliato fuori paesi che sopravvivevano solo grazie alla gente di passaggio. Così, questi centri si sono inevitabilmente spopolati e in alcuni casi sono stati addirittura abbandonati.

C'è frenesia nella vita di ogni giorno. Sembriamo avere fretta, dobbiamo correre... E' come se non ci sia più neanche il tempo per respirare. Ma verso cosa stiamo correndo? Dove dobbiamo andare? Lo sappiamo? Nel nostro spostarci, spesso non ci guardiamo neanche più intorno. Non ci meravigliamo più di niente.

E' ora di invertire questa tendenza, oggi più che mai visto che si parla di turismo "slow". Bisogna far capire che questi luoghi, oltre che belli da vedere sono anche vivibili. E a vivere in località immerse nella natura si può trarre solo giovamento. Poi oggi, con i mezzi che abbiamo, è possibile anche lavorare ovunque. Sta a noi decidere dove (leggi qui per approfondimenti).

Nel nostro piccolo, abbiamo deciso di dare rilievo a queste località per noi così affascinanti. E per fare ciò ci stiamo imbarcando in un viaggio di circa un mese alla scoperta della montagna marchigiana con le sue particolari tradizioni e i suoi panorami mozzafiato. Per fare questo viaggio abbiamo deciso di utilizzare solo il mezzo più usato da sempre, cioè i nostri piedi! :)

In cosa consiste esattamente il nostro progetto? Qui sotto vi svelo i dettagli.

2

Le creste del Redentore in programma nella 22° tappa dell'Alta Via delle Marche. Ph: Nicola Pezzotta

Il progetto

Il cammino è il “modo più antico” che l’uomo ha sempre utilizzato per spostarsi ma anche per conoscere, amare ed apprezzare il territorio. Spostarsi senza fretta per scoprire le cose semplici e “assaporare” l’essenza di un luogo.

E allora, perché non mettersi in cammino? Perché non far conoscere le grandi potenzialità che ha il nostro territorio montano e alto collinare? Quella è un’area che resta lontana dal turismo di massa, ma non per questo è meno bella. Anch’essa ha qualcosa da raccontare, qualcosa di unico.

L’idea che ci è venuta è percorrere le Marche “alte”, a piedi, da nord a sud, attraverso i sentieri che si snodano nel nostro territorio e collegarsi idealmente con la già sviluppata e promossa Alta Via dei Parchi della Regione Emilia Romagna. Sarebbe veramente bello prendere spunto da quella realtà e creare una rete di Alte Vie per tutte le regioni italiane.

Partiremo da Carpegna (PU) e arriveremo ad Umito (AP). Non sappiamo ancora di preciso i giorni che ci vorranno e questa avventura sarà proprio utile a testare sul campo la fattibilità di un percorso del genere. Quello che è certo è che ogni tappa partirà e arriverà in una struttura turistica presente ed attiva sul territorio.

Nel nostro viaggio toccheremo le cime più alte delle Marche e attraverseremo i 2 Parchi Nazionali (Parco Nazionale dei Monti Sibillini, Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga), il Parco Interregionale del Sasso Simone e Simoncello, il Parco Regionale della Gola della Rossa e di Frasassi, la Riserva Naturale Regionale del Monte San Vicino e del Monte Canfaito, il Parco Naturale del Monte Cucco (in Umbria) e tante altre aree di interesse ambientale, ma anche culturale, come ad esempio l’area del Monte Catria / Monte Nerone.

Proveremo a raccogliere in itinere i racconti dall’Appennino, quello che c’è (o non c’è più), di come si stanno trasformando i territori montani della nostra Regione; chi ci vive e r-esiste nonostante il massiccio spopolamento e abbandono.

Un viaggio “lento” che ci porterà ad esplorare, insieme alle persone che vivono il territorio, i legami che questi luoghi conservano con il passato, le tradizioni e i saperi che persistono non solo come mero folklore, le storie e le leggende. Cercheremo di raccontare i cambiamenti e le opportunità future di chi ha scelto di restare (o venire) a vivere in montagna.

 

Abbiamo pensato a voi

Per attuare questo progetto che abbiamo in mente non ci serve molto, la cosa più importante è la nostra volontà. Quel poco di cui abbiamo bisogno è la possibilità di sostentarci ogni giorno riguardo al cibo. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di aprire un progetto di crowdfunding (potete vederlo a questo link). La cosa è semplicissima, potete donare qualsiasi cifra, anche semplicemente l'offerta simbolica di 1 €. Basta cliccare sul tasto "dona" nella pagina che vi ho linkato oppure direttamente nel box a lato di questo articolo. Ad offerte più consistenti vi offriremo anche un omaggio per ringraziarvi. Potete leggere tutti i dettagli sempre qui.

Non solo questo. Vogliamo anche farvi sapere quali tappe faremo, dove passeremo, dove dormiremo e in quali giorni. Questo perché voi potrete partecipare attivamente a questa iniziativa semplicemente facendo un pezzo di percorso insieme a noi, oppure qualche giorno, oppure anche tutto il percorso. Magari avete bisogno di una giornata per staccare da lavoro, quale migliore occasione? Ognuno di voi è il benenuto in questo cammino! Così avremo anche l'opportunità di conoscerci e chiacchierare in mezzo alla natura. :)

Periodo

Partiremo per il nostro viaggio il 6 giugno 2015. Il viaggio durerà circa un mese. Per ora abbiamo previsto 28 giorni.

 

3

La vista verso sud dal Monte San Vicinello in programma nella 13° tappa dell'Alta Via delle Marche. Ph: Nicola Pezzotta

Le tappe (in continuo aggiornamento)

Le tappe previste saranno 25 e con 3 giornate intermedie di riposo (sono sicuro che ci vorranno) :) Qui sotto alla lista delle tappe potete vedere le locandine di presentazione delle diverse tappe.

4

Il Monte Palazzo Borghese in programma nella 22° tappa dell'Alta Via delle Marche. Ph: Nicola Pezzotta

1 – Carpegna (PU) / Mercatello sul Metauro (PU) - Partenza Sabato 6 Giugno 2015!

2 – Mercatello sul Metauro (PU) / Bocca Trabaria (PU) - Domenica 7 Giugno 2015

3 – Bocca Trabaria (PU) / Apecchio (PU) - Lunedì 8 Giugno 2015

4 – Apecchio (PU) / Serravalle di Carda (PU) - Martedì 9 Giugno 2015

5 – Serravalle di Carda (PU) / Pianello (PU) - Mercoledì 10 Giugno 2015

6 – Pianello (PU) / Chiaserna di Cantiano (PU) - Giovedì 11 Giugno 2015

7 – Chiaserna di Cantiano (PU) / Monastero di Fonte Avellana (PU) - Venerdì 12 Giugno 2015

SOSTA - Sabato 13 Giugno 2015

 8 – Monastero di Fonte Avellana (PU) / Pascelupo (PG) - Domenica 14 Giugno 2015

9 – Pascelupo (PG) / Monte Cucco (PG) - Lunedì 15 Giugno 2015

10 – Monte Cucco (PG) / Sassoferrato (AN) - Martedì 16 Giugno 2015

11 – Sassoferrato (AN) / Castelletta di Fabriano (AN) - Mercoledì 17 Giugno 2015

SOSTA - Giovedì 18 Giugno 2015

12 – Castelletta di Fabriano (AN) / Abbazia di San Salvatore Valdicastro (AN) - Venerdì 19 Giugno 2015

13 – Abbazia di San Salvatore Valdicastro (AN) / Elcito (MC) - Sabato 20 Giugno 2015

14 – Elcito (MC) / San Severino Marche (MC) - Domenica 21 Giugno 2015

15 – San Severino Marche (MC) / Caccamo (MC) - Lunedì 22 Giugno 2015

16 – Caccamo (MC) / Trebbio di Fiastra (MC) - Martedì 23 Giugno 2015

17 – Trebbio di Fiastra (MC) / Cupi di Visso (MC) - Mercoledì 24 Giugno 2015

18 – Cupi di Visso (MC) / Ussita (MC) - Giovedì 25 Giugno 2015

19 – Ussita (MC) / Rifugio del Fargno (MC) - Venerdì 26 Giugno 2015

20 - Rifugio del Fargno (MC) / Frontignano (MC) - Sabato 27 Giugno 2015

20 – Frontignano (MC) / Rifugio Sibilla (AP) - Domenica 28 Giugno 2015

21 – Rifugio Sibilla (AP) / Castelluccio di Norcia (PG) - Lunedì 29 Giugno 2015

SOSTA - Martedì 30 Giugno 2015

22 – Castelluccio di Norcia (PG) / Forca di Presta (AP) - Mercoledì 1 Luglio 2015

23 – Forca di Presta (AP) / Spelonga (AP) - Giovedì 2 Luglio 2015

24 – Spelonga (AP) / Umito (AP) - Venerdì 3 Luglio 2015

Qui sotto tutte le locandine con la descrizione del percorso e dei punti di appoggio per la notte.

 

Riepilogo viaggio

Distanza totale percorsa: 402,2 km | Distanza media percorsa: 16,1 km

Dislivello totale di salita: 20323 m | Dislivello medio salita: 813 m

Dislivello totale di discesa: 20670 m | Dislivello medi di discesa: 827 m

2 Parchi Nazionali (Sibillini e Gran Sasso Laga)

1 Parco Naturale Interregionale (Sasso Simone e Simoncello)

2 Parchi Naturali (Gola della Rossa e Frasassi e, in Umbria, Monte Cucco)

1 Riserva Naturale (San Vicino e Canfaito)

3 IBA (Aree Importanti per l’Avifauna)

14 ZPS (Zona a Protezione Speciale)

30 SIC (Sito di Interesse Comunitario)

 5

Le creste verso il Monte Bove Sud in programma nella 19° tappa dell'Alta Via delle Marche. Ph: Nicola Pezzotta

Chi siamo

Con in faccia un po’ di Sole - Nicola Pezzotta (guida naturalistica o ambientale escursionistica)

Da un po’ di anni gestisco un blog con l’intento di far conoscere il territorio che mi circonda. I numeri che ho raggiunto, insieme a quelli che ora fanno parte dello staff (ne siamo 4 ognuno in un suo settore) sono diventati rilevanti. Proprio grazie a questa “notorietà” nel web abbiamo avuto l’opportunità di parlare in radio, di essere chiamati a svolgere 2 blog tour, uno dedicato ai Monti Sibillini e organizzato dall’Associazione Sibillini Segreti e Sapori e l’altro dedicato al turismo spirituale organizzato dalla Regione Marche e di apparire in tv, al TGR Marche, con un progetto svolto in collaborazione alla startup Trailmeup.

Ogni settimana, nel nostro blog (http://www.coninfacciaunpodisole.it/) pubblichiamo un articolo che parla del nostro territorio e lo promuoviamo con ottimi risultati in tutti i canali social di cui disponiamo.

Radici Senza Terra - Ruben Marucci (guida naturalistica o ambientale escursionistica)

Tre anni fa, con la nascente associazione “Radici senza terra” (http://www.radicisenzaterra.org/) partivamo per un entusiasmante viaggio a piedi. Un cammino, ideato dall’associazione, che in 5 giorni ci portò dal cuore dei Monti Sibillini fino al Mare Adriatico, attraversando tutto il maceratese da ovest ad est.

A quella esperienza seguirono una serie di mostre fotografiche e un video documentario autoprodotto intitolato “Tra i Monti e il Mare. Un viaggio a piedi dai Sibillini all’Adriatico” per raccontare quel viaggio all’insegna di una mobilità dolce e sostenibile come strumento di conoscenza e valorizzazione del territorio.

Da lì, l’associazione ha iniziato a organizzare itinerari a piedi che hanno portato in questi anni un numero considerevole e sempre crescente di appassionati camminatori alla scoperta del territorio delle Marche (dalla montagna, alla collina, al mare).

 

 Stampa  Email

Commenti   

0 #2 Nico_ 2015-05-29 11:29
Citazione felycita:
bellissimo progetto.

Grazie mille :)
Citazione
+1 #1 felycita 2015-05-27 22:14
bellissimo progetto.
Citazione

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti alla Newsletter

Entra in contatto

Contattaci

info@coninfacciaunpodisole.it
Contatto Skype (Nico): nico_pezzotta
Nico: +39 333 36 26 495

Vieni a trovarci

Strada Faleriense, 4265
63811 Sant'Elpidio a Mare (FM)

Quando puoi trovarci

Lun - Dom
24 ore su 24