Alta Via delle Marche, racconti dall'Appennino

Written by Nico on . Pubblicato in Marche

logo

Il Cammino è il «modo più antico» utilizzato dall’uomo per spostarsi ma anche per conoscere, amare e apprezzare il territorio. Camminare significa viaggiare senza fretta per scoprire le cose semplici e “assaporare” l’essenza di un luogo, la sua storia e la sua identità.

E’ da queste premesse che nel 2015 nasce “Alta Via delle Marche. Racconti dall’Appennino”, un progetto nato da un’idea di Nicola Pezzotta, guida ambientale escursionistica e fondatore del blog “Con in faccia un po’ di sole”, e sviluppato insieme agli altri membri del blog, Luca Marcantonelli (guida ambientale escursionistica), Lucia Paciaroni (giornalista), Fabiola Cogliandro (storica dell’arte) e dall’associazione “Radici senza terra” di Ruben Marucci (guida ambientale escursionistica).

Lo scopo del nostro progetto è quello di valorizzare e far conoscere l’entroterra marchigiano promuovendo la sua grande ricchezza ambientale, artistica e culturale. Ricchezza spesso poco valorizzata e tenuta fuori dai tradizionali canali turistici.

Lo abbiamo voluto fare attraverso la creazione di un cammino, o meglio, di un’«Alta Via», termine con cui si identifica un percorso di più giorni da svolgere principalmente lungo i sentieri di montagna. La maggior parte di questi percorsi si sviluppano nelle regioni dell’arco alpino, ma alcuni si trovano anche lungo la dorsale appenninica, come ad esempio l’Alta Via dei Monti Liguri e l’Alta Via dei Parchi dell’Emilia Romagna. Quest’ultima termina il proprio percorso proprio in territorio marchigiano, a Carpegna, comune pesarese da cui abbiamo deciso di far partire il nostro tracciato proseguendo idealmente quello del cammino emiliano.

L’“Alta Via delle Marche” descrive un itinerario di 416 km che, partendo da Carpegna, si dirama lungo l’appennino umbro marchigiano fino ad arrivare ai confini con il territorio abruzzese, nel piccolo paese di Umito nel Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga.

Un tragitto diviso in 27 tappe da percorrere principalmente su sentieri di montagna e risalendo alcune delle più significative cime dell’Appennino umbro-marchigiano.

Camminando lungo i sentieri dell’Alta Via delle Marche si attraversano molte delle aree protette della regione: due parchi nazionali (Monti Sibillini; Gran Sasso e Monti della Laga), un parco interregionale (Sasso Simone e Simoncello), due pachi regionali (Frasassi e Gola della Rossa; Monte Cucco) ed una riserva regionale (Monte San Vicino e Monte Canfaito).

Il percorso è stato progettato con lo scopo di accompagnare il visitatore alla scoperta del territorio montano sotto i suoi molteplici aspetti delineando un tracciato che oltre alle bellezze naturalistiche e paesaggistiche raggiunga molti dei luoghi simbolo del territorio, sia dal punto di vista storico-culturale che artistico. Si attraverseranno boschi millenari, creste affilate, profondi canyon, praterie, zone montane e collinari. Si scopriranno piccoli borghi medioevali e grandi città d’arte. Quello che si propone è anche un viaggio alla scoperta dei sapori, dei dialetti e delle tradizioni, il tutto nell’atmosfera fantastica dei miti e leggende che caratterizzano i nostri Appennini.

Un progetto nato per scoprire l’entroterra marchigiano ma soprattutto un percorso per immergersi nell’identità culturale del Appennino, un’avventura per godersi a pieno le nostre montagne.

L’idea è stata prima progettata “sulla carta” e, poi, testata nell’estate del 2015, grazie anche al sostegno della Regione Marche, a un crowdfunding, agli sponsor (Dechatlon San Benedetto e Varnelli) e all’ospitalità di molte strutture ricettive.

Dopo averlo presentato e raccontato in diverse occasioni come la BIT di Milano ed il Festival Borgofuturo di Ripe San Ginesio (MC), nel 2019 è stata pubblicata la guida “A piedi sull’Alta Via delle Marche” dalla Iter Edizioni, una delle case editrici più importanti in Italia per quanto riguarda l’editoria di montagna. Nella guida troverete tutti i 27 itinerari del trekking, le descrizioni dei percorsi, le informazioni tecniche, le strutture ricettive presenti nei punti di partenza e di arrivo di ogni singola tappa e molto altro ancora.

Inoltre, per ogni percorso, abbiamo voluto inserire dei box informativi riguardanti le eccellenze naturalistiche, storico-culturali, artistiche ed eno-gastronomiche che sarà possibile incontrare per chi vorrà intraprendere questo bellissimo viaggio. La guida contiene inoltre tutte le informazioni per chi volesse fare una singola tappa del percorso o una “due-tre giorni” di trekking.

A piedi sull'Alta Via delle Marche

La guida è disponibile in libreria, nelle edicole e in alcuni dei più importanti portali di vendita on-line.

Il link di riferimento per l'acquisto è questo: https://www.iteredizioni.it/catalogo-libri/a-piedi-sull-alta-via-delle-marche/

 

Presentazioni della guida

15 Giugno 2019 | Roma | Sede della Sezione CAI di Roma, ore 16.

27 Giugno 2019 | Roma | Store RRTrek, ore 19.30.

4 Luglio 2019 | Colmurano (MC) | Piazza Corridori, ore 19.30. Evento in concomitanza con il Festival Borgofuturo

24 Luglio 2019 | Altidona (FM) | Centro storico, ore 21.30. Evento della rassegna Terrazza Vista Mare del Comune di Altidona (FM)

29 Settembre 2019 | Loro Piceno (MC) | presso La Taverna, ore 19.00.

9 Ottobre 2019 | Rimini | presso lo stand della Regione Marche, in occasione del TTG Travel Experience di Rimini. Ore 13.00.

12 Ottobre 2019 | Chiusi della Verna (AR) | presso la località il Doccione, ore 12.00. Evento all'interno del Libra Casentino Book Festival nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi.

18 Ottobre 2019 | Fermo | presso la Sezione del CAI di Fermo, ore 21.00.

8 Novembre 2019 | Ancona | presso la libreria Feltrinelli in Corso Giuseppe Garibaldi, ore 18.30.

Stampa